Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Orbetello, chiude l'edicola di Fonteblanda. Francesco Grassi (Azione): "Comune risolva il problema"

fonteblanda edicola L'edicola chiusa a Fonteblanda

Chiude l'edicola di Fonteblanda: Francesco Grassi di Orbetello in Azione chiede all'amministrazione comunale di agevolare le condizioni per far sì che questo servizio torni a favore della comunità.
"Non ho potuto fare a meno di provare una profonda tristezza per l'ennesima chiusura dell'edicola di Fonteblanda. Nonostante l'allarme dell'imprenditrice almeno da tre anni, la giunta comunale al secondo mandato, non è riuscita a garantire per tempo una locazione comunale (come quella di Talamone) per poter proseguire l'attività con minori spese ed evitarne la chiusura - dice Francesco Grassi -. Le edicole sono un piccolo faro della cultura, specialmente nelle frazioni e nei piccoli centri abitati come il nostro. La chiusura dell'esercizio rappresenta un danno per tutti, compresi turisti e i residenti stagionali, che saranno privati dell'ennesimo servizio, rendendo il nostro paese ancora meno pratico e attrattivo da abitare".

"La chiusura delle edicole è anche un limite sotto il profilo della crescita della componente femminile e giovanile nell'impresa, come afferma Unioncamere: considerando le quasi 12mila imprese registrate a fine settembre, 4.450 (circa il 22%) risultano essere femminili, come d'altronde lo era quella di Fonteblanda - conclude -. Speriamo che dopo l'ennesima chiusura, seppur in netto ritardo, il Comune si adoperi per risolvere il problema e ridare a Fonteblanda la sua edicola una volta per tutte".