Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Massa Marittima, preziosa collaborazione con Scarlino: due musei uniscono le forze

La mostra a Massa Marittima La mostra a Massa Marittima

Due Comuni uniscono le forze per la Cultura. Grazie all'importante collaborazione tra Massa Marittima e Scarlino con i rispettivi musei, nasce l'iniziativa culturale "Il Quattrocento mai visto" che propone tutti i fine settimana, fino al 15 luglio, la doppia visita guidata alla mostra "Il Sassetta e il suo tempo. Uno sguardo all'arte senese del primo Quattrocento", allestita al Museo di San Pietro all'Orto di Massa Marittima, e a seguire la visita del borgo di Scarlino, con il Castello, il Centro di Documentazione Riccardo Francovich, che conserva anche il tesoro di monete rinvenuto durante gli scavi archeologici, ed infine la visita all'Ex Oratorio di S. Croce, proprietà privata della famiglia Sozzi -Sabatini, dove sarà possibile ammirare l'affresco della Crocifissione, capolavoro ritrovato della scuola senese del '400. La visita, che viene proposta su prenotazione ogni sabato e domenica, inizia alle ore 11 del mattino, dal Museo di San Pietro all'Orto di Massa Marittima e prosegue dalle 15 alle 17 con la seconda parte nel borgo di Scarlino.
"Un'esperienza straordinaria ? commenta Irene Marconi, assessore comunale alla Cultura e al Turismo di Massa Marittima ?per scoprire in un'unica giornata, Massa Marittima e Scarlino, sulle tracce del 1400 in Maremma, attraverso l'arte, la storia, la politica e l'economia. Il primo appuntamento, che si è tenuto domenica 7 aprile, ha registrato il tutto esaurito con 30 partecipanti, che è il numero massimo previsto per ogni uscita. Siamo molto soddisfatti di questo progetto reso possibile grazie alla collaborazione tra le realtà museali dei due Comuni. Ringrazio il Comune di Scarlino che ha colto l'importanza della sinergia per la promozione culturale e turistica dei nostri territori, ringrazio la cooperativa Zoe che gestisce i musei e la famiglia Sozzi -Sabatini."
"Sono davvero soddisfatto della grande partecipazione a questa visita guidata - dichiara l'assessore alla Cultura del Comune di Scarlino, Michele Bianchi -. Un'occasione unica per ammirare un affresco di pregevole fattura, testimonianza della ricca storia artistica del nostro territorio. Ringrazio sentitamente l'assessore alla Cultura del Comune di Massa Marittima, Irene Marconi, e la Cooperativa sociale Zoe, attuale gestore della rete dei Musei di Scarlino, che hanno reso possibile questa sinergia e collaborazione e la famiglia Sozzi Sabatini per la sua preziosa disponibilità a condividere con il pubblico questo gioiello artistico. L'affresco di Casa Sozzi Sabatini è un tesoro del nostro territorio e sono lieto che sempre più persone stiano scoprendo la sua bellezza e il suo valore storico. Grazie all'impegno di tutti è stato possibile organizzare un evento di grande qualità che ha permesso di raccontare e valorizzare un bene culturale unico nel suo genere. Il Comune di Scarlino è da tempo impegnato nella valorizzazione del proprio patrimonio culturale. Negli ultimi anni sono state organizzate diverse iniziative volte a promuovere la conoscenza e l'apprezzamento del patrimonio storico e artistico del territorio e la collaborazione tra Comuni e privati è fondamentale per la tutela e la valorizzazione dello stesso. Insieme possiamo fare grandi cose e rendere fruibili per tutti i cittadini e i turisti, vacanzieri o di prossimità, le bellezze del nostro territorio".
Non solo. A partire dalla tarda primavera all'esperienza sarà abbinata anche una degustazione conclusiva di prodotti, a cura dell'azienda Etrurio.
Info: il costo della visita guidata è di 20 euro. Viene ogni volta attivata con un minimo di 8 partecipanti e un massimo di 30.