Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Grosseto Gea Basket, in via Austria c'è la sfida più importante dell'anno

I festeggiamenti I festeggiamenti

Serve massimo sostegno: la Gea Basketball Grosseto chiama a raccolta la "Family" per la gara più importante dell'anno. I ragazzi di Marco Santolamazza mercoledì 1 maggio 2024 alle 21, al Palasport di via Austria, si giocano la qualificazione alla finale del campionato di Divisione regionale 1 contro la DP Lubrificanti Lucca. I biancorossi, vittoriosi sabato sera al Pala Tagliate per 85-82, al termine di un'altra partita capolavoro, fatta di grande grinta, intelligenza e cuore, vogliono far valere il fattore campo per vincere anche la semifinale in due incontri, come hanno fatto nei quarti contro lo Studio Arcadia Venturina.
"La squadra sta giocando sulle ali dell'entusiasmo - dice il coach Marco Santolamazza - e sarà fondamentale l'approccio mentale a questo match point. Dobbiamo rimanere concentrati perché tiratori come Lorenzi e Cecconi possono far male in qualsiasi momento se gli lasciamo un piccolo spazio di manovra".
Nelle ultime settimane, però, Edoardo Furi e compagni hanno trovato gli ingredienti giusti per costruire incontri di qualità, che hanno messo in seria difficoltà due quintetti che nella regular season avevano avuto un qualcosa in più della Gea. Quella di mercoledì sera sarà dunque un'altra sfida piena di pathos, nella quale servirà un gioco di squadra, una difesa solida, per rintuzzare gli attacchi che arriveranno dalla Libertas Lucca. Senza Romboli, out per tutta la stagione, i biancorossi si daranno una mano a vicenda per regalarsi una finale che rende straordinaria un'annata già positiva dopo l'accesso ai playoff e il passaggio alle semifinali.Gara 2 sarà probabilmente una battaglia: i lucchesi non hanno digerito bene la sconfitta casalinga, tanto che il giudice sportivo ha comminato 170 euro di multa per offese agli arbitri e due giornate di squalifica all'allenatore Romani, reo di aver rincorso uno dei due fischietti a fine gara.
"Si sono innervositi eccessivamente per la sconfitta - commenta il presidente della Gea, David Furi - Probabilmente credevano di poterci superare ancora, dopo aver vinto due volte nella regular season: hanno giocatori di fuori, l'allenatore di fuori e tutti gli atleti sono busta paga; sono dei semiprofessionisti. Noi dobbiamo continuare a divertirsi. Siamo una squadra quasi tutta fatta in casa, che ha centrato gli obiettivi che si era prefissa, la salvezza e il raggiungimento dei playoff e dobbiamo giocare in maniera serena per mettere le basi per un'annata futura".
"La squadra è maturata - aggiunge il presidente Furi - sta trovando determinati equilibri. Andiamo avanti così, sapendo che Lucca verrà a Grosseto con il coltello tra i denti perché per loro sarà una partita da dentro o fuori. Dobbiamo affrontare questa partita con la massima tranquillità, ma anche con l'attenzione con la quale abbiamo duellato con Venturina. Sarà importante rimanere concentrati, molto attenti e cercare di trovare la soluzione giusta durante ogni azione. La pressione sarà tutta dalla parte loro, anche se i nostri dovranno arrivare con la pressione giusta per non avere cali di concentrazione. Sarà una partita imperdibile per i nostri appassionati, che sicuramente riempiranno la tribuna del Palasport e faranno sentire la loro voce".
Nell'altra serie, l'Ineos Rosignano ha vinto gara1 in casa per 96-75 contro Donoratico e giovedì cercherà il pass per la finale in trasferta.