Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Grosseto, al Granaio Lorenese il tavolo tecnico regionale dei distretti biologici. Tanti gli ospiti

saccardi vivarelli colonna Antonfrancesco Vivarelli Colonna e Stefania Saccardi

Il mondo dei distretti biologici toscani si è dato appuntamento in Maremma. Si è tenuto questa mattina, venerdì 5 aprile, al Granaio Lorenese il tavolo tecnico regionale dei distretti biologici: un importante momento di confronto e condivisione che ha visto la partecipazione di referenti, esperti e autorità del settore provenienti da tutta la Toscana.

L'incontro, ospitato con orgoglio a Grosseto, ha riunito i rappresentanti dei 7 distretti toscani, insieme al direttore di Terre Regionali Toscane, Giovanni Sordi, al responsabile delle attività gestionali su Lucca e Massa distretti rurali, biologici e del cibo, Gianluca Barbieri, e alla vicepresidente della Giunta regionale, Stefania Saccardi.

Il Granaio Lorenese è stato il palcoscenico di un vivace scambio di idee ed esperienze, focalizzato sull'importanza delle strategie sinergiche per promuovere e sostenere l'agricoltura biologica in Regione. Il confronto ha, infatti, contribuito significativamente a consolidare la rete di collaborazione tra i distretti biologici, evidenziando la determinazione comune nel perseguire obiettivi condivisi.

Il presidente del distretto biologico della Maremma Toscana, Antonfrancesco Vivarelli Colonna, commenta: "È importante aver partecipato al tavolo tecnico regionale, dove abbiamo potuto condividere le sfide e le opportunità che caratterizzano il nostro settore. L'agricoltura biologica rappresenta una risorsa fondamentale per la nostra regione e, grazie a iniziative come questa, possiamo lavorare insieme per garantirne il successo e la sostenibilità nel tempo".

L'incontro è stato arricchito dalla dimostrazione sul campo delle macchine e delle attrezzature Lemken, offerta dalla ditta Progetto Cervetti Srl, un momento pratico che ha permesso ai partecipanti di conoscere da vicino le tecnologie all'avanguardia nel settore agricolo.