Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Grosseto, va avanti il Primo binario film lab: la stazione ferroviaria si trasforma in un cinema

L'Help Center della stazione L'Help Center della stazione

Un'altra storia da raccontare. "Roma Termini", il film documentario di Bartolomeo Pampaloni, è al centro del prossimo appuntamento in programma, martedì 5 dicembre, per il "Primo binario film lab", la rassegna cinematografica sperimentale promossa da Coeso Società della salute con la collaborazione di Simurg Ricerche e dell'associazione Kansassiti, i cui i protagonisti sono le persone senza dimora.
Alle 18, quindi, l'Help center della stazione di Grosseto, in piazza Marconi, ospita la proiezione del film del 2014 che documenta la vita di quattro senza dimora che hanno fatto di Roma Termini, stazione centrale di Roma e principale stazioni d'Italia, il loro punto di riferimento: un'immensa, anonima abitazione, una città dentro la città che ospita persone e le aiuta trovare un modo per sopravvivere senza niente. Con il suo lavoro Pampaloni documenta quattro storie di uomini, Stefano, Angelo, Tonino, Gianluca, che, giorno dopo giorno, si trovano sempre più ai margini della società. L'ingresso alla proiezione è libero e gratuito, fino ad esaurimento dei posti disponibili.
Primo binario film lab. Obiettivo dell'iniziativa è accendere i riflettori sul fenomeno delle persone senza dimora, promuovendo un punto di vista diverso e inedito, che ribalti le classiche logiche che regolano il mondo dello spettacolo: saranno infatti persone senza dimora a comporre la giuria del Festival e a consegnare il premio al film che meglio racconta, sia da un punto di vista strettamente artistico sia da un punto di vista etico, la condizione di chi vive in strada. Accanto alla rassegna cinematografica sarà portata avanti anche un'attività sperimentale che coinvolge alcune persone attualmente ospiti del dormitorio di via De Amicis a Grosseto: cinque di loro, infatti, sono chiamati a documentare la loro quotidianità, attraverso riprese fatte con il cellulare, per realizzare un video documentario, che sarà proiettato nel corso della serata di premiazione, in programma lunedì 18 dicembre.
Le prossime proiezioni sono in programma martedì 12 dicembre con la proiezione di Storie del dormiveglia, di Luca Magi, mentre lunedì 18 dicembre è fissata, al cinema Stella di Grosseto, l'evento conclusivo, in cui sarà annunciato anche il film vincitore. Nell'occasione sarà proiettato un documentario realizzato con le immagini girate, tramite alcuni cellulari, da alcuni senza dimora che vivono a Grosseto. La rassegna è realizzata anche grazie al supporto tecnico della Mediateca digitale della Maremma. Per informazioni è possibile scrivere a: a.castagnini@coesoareagr.it