Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Grosseto, Pacella (Non): "Dopo la sconfitta elettorale commenti offensivi nei nostri confronti"

Claudio Pacella Claudio Pacella

"Non voler dire, ma intanto si scrive, è una chiara allusione e che si citi Nuovo Orizzonte Civico, non volendolo sostenere, ma buttandolo lì nel mucchio, come Nuova Camorra Organizzata, è per noi non solo intollerabile, ma anche oggetto di valutazioni di eventuali azioni legali. Ci domandiamo se una cosa del genere vada bene al Sindaco che ci vede come suoi leali sostenitori e soprattutto ai commissari comunale e provinciale della Lega" Così il presidente di Nuovo Orizzonte Civico Claudio Pacella, dopo il post su Facebook del consigliere della Lega Gino Tornusciolo.
"Pentendomi ancora di più della mia scelta di lasciare il seggio per far posto a questa persona - afferma Pacella - Ritengo oltremodo offensivo che si possa commentare una propria sconfitta elettorale, quella della Lega alle provinciali, a fronte di quelli che qualcuno definiva tre scappati di casa, con toni offensivi. La vicenda della chat che ha coinvolto Alfiero Pieraccini, e di cui lui ha ben spiegato i motivi del nome, perché il consigliere e lo ha ribadito più volte, al pari di Nuovo Orizzonte Civico si dissociano da ogni forma di razzismo e di intolleranza, ma soprattutto di totalitarismo, cosa che forse rimpiange qualcun altro che, infatti, è evidentemente rimasto male dal trionfo della democrazia delle urne, è la
testimonianza di quanto il nostro movimento civico, fatto di persone per bene e unite, possa fare paura a qualcuno".
Secondo Pacella le parole di Tornusciolo non fanno bene alla maggioranza. "Ci domandiamo - aggiunge il presidente - se possano convivere nella stessa maggioranza chi gioca secondo le regole democratiche e chi tira fango addosso agli altri evocando, pur dicendolo di non volerlo fare, la Camorra. Evidentemente aveva ragione il Sindaco quando, nella passata consiliatura, decise di estrometterlo dalla maggioranza e torto noi, come Lega di allora, che fummo coloro che dettero un contributo fondamentale a riammetterlo".
Pacella guarda però oltre. "La realtà dei fatti è che Nuovo Orizzonte Civico - aggiunge - ha dimostrato di funzionare e di essere attrattivo. Dai territori ci stanno chiamando per partecipare con i nostri candidati alle liste delle prossime elezioni amministrative e stiamo incontrando tanta gente che vuole che ci organizziamo nei vari comuni. Il civismo piace, ma soprattutto piace la nostra volontà di lavorare per i cittadini e con i cittadini con alcuni obiettivi chiari che noi chiederemo ai candidati: avere una visione chiara dello sviluppo futuro del territorio, la sicurezza e un occhio al sociale ed ai bisogni del sociale e della sanità che non vanno mai persi di vista. Noi le idee le abbiamo chiare, le polemiche le lasciamo agli altri, perché come Nuovo Orizzonte Civico siamo concentrati sul futuro"