Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Grosseto, Scriabin Concert Series: nella Chiesa dei Bigi si esibirà il pianista Filippo Tenisci

filippo tenisci Il pianista Filippo Tenisci

Continuano gli appuntamenti con la musica classica in città. Per Scriabin Concert Series, sabato 13 aprile si esibirà Filippo Tenisci. Nella Chiesa dei Bigi alle ore 18 il pubblico potrà ascoltare musiche di Haydn, Beethoven e Wagner/Liszt. L'appuntamento dell'Associazione musicale Scriabin presieduta dal maestro Antonio Di Cristofano, è organizzato con il Polo culturale Le Clarisse di Fondazione Grosseto Cultura.
L'ingresso costa 10 euro (ridotto 8 euro per i soci di Fondazione Grosseto Cultura e dell'Orchestra sinfonica Città di Grosseto e ridotto speciale a 5 euro per gli alunni dell'Istituto musicale comunale Palmiero Giannetti) e comprende la visita al Museo Luzzetti. Per informazioni e prenotazioni è possibile chiamare il numero 333 5372994. In occasione del concerto sarà possibile rinnovare o sottoscrivere la Grosseto Card, la tessera socio di Fondazione Grosseto Cultura.

Filippo Tenisci, classe 1998, nasce a Tirana dove già da bambino s'indirizza verso gli studi musicali sotto la guida di grandi maestri come Massimo Spada, frequentando numerose masterclass di alto livello dirette da rinomate personalità come Beatrice Rana.
Negli anni lo troviamo a Parigi, dove partecipa al "Resonance" e viene individuato come miglior esecutore di musica ucraina, poi in Germania dove debutta nelle più prestigiose sale da concerto del paese. A soli vent'anni è vincitore assoluto dell'International Competition for Youth "Dinu Lipatti", nello stesso anno riceverà un altro primo premio: quello del concorso Franz Liszt a Roma, e riceverà una borsa di studio alla Pianale Academy Competition. Nel 2021 debutta alla Roma Tre Orchestra diretto da Sieva Borzak, qui si esibisce anche in occasione del Baglini Project con il Concerto per 3 pianoforti di Mozart insieme al maestro Massimo Baglini e al pianista Giuseppe Rossi. Collabora alla registrazione musicale del format Rai "Ut Musica ? Il Mascagni a Livorno" e calca i palcoscenici dei festival più importanti nella scena musicale classica italiana e internazionale, è infatti attualmente molto attivo in Romania, Francia, Germania, Lettonia, Bosnia, Svizzera. Attualmente è impegnato nell'incisione integrale di un doppio disco di trascrizioni di Wagner/Liszt entro il 2024.