Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Grosseto, aumenti Tari: la posizione di Nuovo orizzonte civico sugli aumenti dei balzelli

Nuovo Orizzonte Civico Grosseto Nuovo Orizzonte Civico Grosseto

Nuovo Orizzonte Civico rende pubblica la propria opinione riguardo agli aumenti Tari:
"Nuovo Orizzonte Civico è contraria all'aumento delle tasse, sulla Tari, però, saremo costretti obtorto collo a dire di sì in quanto si tratta di un balzello che non è deciso dal Comune, ma che gli viene imposto. In questo caso, sposiamo le proteste di Anci, perché gli enti locali costretti al ruolo di 'esattori per conto terzi' non sono 'carnefici', ma vittime, al pari dei cittadini". Così il presidente di Nuovo Orizzonte Civico, insieme ai consiglieri comunali Alessandro Bragaglia, Alfiero Pieraccini, Ludovico Baldi, sull'aumento della tariffa. "Quello che chiederemo - affermano Pacella e i consiglieri - è che nell'assemblea di Ato gli assessori competenti per materia, in questo caso Vanelli e Rusconi che in quella sede peraltro votarono contro gli aumenti, portino ancora avanti e con sempre maggiore incisività la protesta dei comuni e facciano rete per denunciare una situazione, a nostro giudizio grave, che ci viene imposta. Questa situazione non è più tollerabile e, a livello locale, pesa sempre lo scellerato accordo che fu stipulato all'epoca della giunta Bonifazi con Sei Toscana. Nonostante i dati sull'aumento della raccolta differenziata, l'impegno chiesto ai cittadini e le campagne di sensibilizzazione, quando arriviamo al momento di dover quantificare il costo della Tari questo aumenta sempre e lo sforzo fatto, peraltro con ottimi risultati, si rivela vano per le tasche dei grossetani".
Pacella e i consiglieri comunali non pensano che la soluzione possa essere investire risorse comunali per contenere le spese. "Potrebbe essere una scelta legittima, fatta anche da altri comuni - affermano gli esponenti di Nuovo Orizzonte Civico - Questo però presupporrebbe, almeno per una città come Grosseto, che l'ente rinunci ad altre risorse per destinarle al contenimento della Tari. Una decisione possibile, ma che se li contiene da una parte, rischia di far aumentare i costi
dall'altra, oppure costringere ad ulteriori rinunce in termini di servizi e opportunità".
La posizione sugli aumenti del balzelli da parte di Nuovo Orizzonte Civico è chiara. "Noi restiamo fermamente contrari ad ogni aumento, per fortuna ad oggi non previsto, che ci dovesse essere proposto delle tasse comunali - affermano Pacella e i consiglieri Bragaglia, Pieraccini, Baldi - Sulla Tari, però, pur non condividendo quanto deriva dal piano finanziario del gestore, in consiglio comunale saremo responsabili e voteremo la proposta".