Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Grosseto, riconoscimento per il Cammino di padre Giovanni. Rossi (Fdi): "Una nuova opportunità"

Fabrizio Rossi Fabrizio Rossi

Dal passato arriva un'occasione di prestigio e di crescita per il territorio. "Il Cammino di padre Giovanni", itinerario di pellegrinaggio, preghiera, incontri e riflessione, fortemente voluto da Don Pier Mosetti della diocesi di Grosseto, ha avuto da oggi un importante riconoscimento da parte del ministero del Turismo, ed è stato inserito nel "Catalogo dei cammini religiosi italiani". Ad annuncialo in una nota, è il deputato grossetano e coordinatore regionale di Fratelli d'Italia Toscana, Fabrizio Rossi.

"Padre Giovanni, è stato un monaco che è vissuto attorno al milleseicento. Durante la sua vita si trasferisce a Batignano, alle porte della città di Grosseto, dove morirà nel mese di agosto del 1621, in odore di santità. Le sue spoglie sono custodite nella Chiesa di San Martino a Batignano in una preziosa urna lignea. È comunemente conosciuto come il "Santo della Maremma" poiché a lui si attribuiscono guarigioni miracolose ed è in corso la causa di beatificazione".

"Pertanto, da oggi con questo riconoscimento da parte del ministero del turismo, il Cammino di padre Giovanni entra ufficialmente a far parte dei più famosi percorsi religiosi italiani, al pari della Via Francigena. Anche quello legato al turismo religioso, è un modo per far conoscere le nostre bellezze ed eccellenze sia culturali che naturali, nonché religiose legate alla nostra Maremma e provincia di Grosseto", conclude Fabrizio Rossi.