Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Grosseto, premio Green Pioneer. Il sindaco: "Ritorno di anni di investimento nel nostro territorio"

Il sindaco ritira il premio Green Pioneer Il sindaco ritira il premio Green Pioneer

Inaugurata al parco di via Giotto l'installazione conferita alla Città di Grosseto in occasione della vittoria dell'European Green Pioneer of Smart Tourism 2024: un grande hashtag che resterà in città fino alla fine dell'anno. Presenti alla cerimonia le massime autorità cittadine, il sindaco Antonfrancesco Vivarelli Colonna, il prefetto di Grosseto Paola Bernardino, l'assessore alle Attività Produttive, Economia e Turismo della Regione Toscana Leonardo Marras, l'assessore al Turismo del Comune di Grosseto Riccardo Megale e una rappresentanza della Commissione Europa, composta dalla dottoressa Misa Labarile, responsabile delle politiche turistiche della Commissione europea e dalla dottoressa Sandra Bumbar-Malchow, direttore del servizio clienti internazionale e capo dell'ufficio europeo della agenzia Scholz & Friends di Berlino.
Presente anche la comunità grossetana, i ragazzi delle quarte e quinte del Comprensivo 4 e la Filarmonica Città di Grosseto:
"Oggi siamo qui per festeggiare questo importante riconoscimento per la nostra città - commentano il primo cittadino Antonfrancesco Vivarelli Colonna e l'assessore al Turismo Riccardo Megale - Per noi amministratori, ma prima di tutto cittadini e frequentatori di questo meraviglioso territorio che è la Maremma: è un onore essere riconosciuti a livello internazionale come pionieri del turismo intelligente e sostenibile. Ma oggi non celebriamo solo un premio. Celebriamo anche il duro lavoro e l'impegno della nostra Amministrazione comunale, in sinergia con l'intera comunità, nel promuovere un turismo quanto più rispettoso dell'ambiente e delle proprie risorse naturali. Il successo di Grosseto come Green Pioneer of smart tourism è il risultato di anni di sforzi concentrati sulla valorizzazione delle nostre ricchezze naturali e culturali. Questo è solo l'inizio del nostro viaggio verso un futuro più verde e sostenibile per Grosseto. Guardiamo al futuro con ambizione e determinazione, pronti ad aprire nuove prospettive per la nostra città attraverso progetti ecologici e sostenibili".
L'assessore regionale Leonardo Marras esprime viva soddisfazione, commentando: "Considerate che il 78% dei viaggiatori desiderano viaggiare in modo sostenibile, il 53% di essi non si ritiene abbastanza soddisfatto per non trovare sul mercato opzioni sufficienti di viaggio sostenibile. Il 70% trova che le strutture non siano sufficientemente trasparenti rispetto alle scelte che fanno di sostenibilità. Infine, il 61% dei viaggiatori trova che le certificazioni di sostenibilità siano un driver importante per le strutture per poter essere scelte. In Toscana quasi 2mila strutture hanno ricevuto il badge verde e tutti i sei parchi regionali hanno la certificazione europea di turismo sostenibile. L'analisi di questi dati sottolinea dunque l'importanza crescente della sostenibilità nel settore turistico e conferma il ruolo fondamentale delle politiche volte a promuovere pratiche e strutture sostenibili per garantire un futuro prospero e rispettoso dell'ambiente".
"La vittoria di Grosseto non rappresenta solo un impegno per la sostenibilità ambientale, ma anche un passo avanti verso un turismo più accessibile, inclusivo e rispettoso delle esigenze dei cittadini - conclude Misa Labarile - È un invito a guardare oltre il mero concetto di 'verde', comprendendo che la sostenibilità abbraccia anche l'aspetto sociale e culturale. Se un territorio non coglie queste opportunità, rischia di sprecare tempo nel cercare di definire la propria identità e comunicare le sue iniziative. Pertanto, desidero esprimere la mia gratitudine a Grosseto per aver dedicato tempo e risorse nel corso dell'ultimo anno per portare avanti con determinazione questo progetto, che rappresenta un punto di svolta importante per la città e per il suo futuro turistico".