Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Follonica, Buoncristiani commenta le critiche dei Giovani Democratici sulla gestione del Parco

Il candidato a sindaco Matteo Buoncristiani Il candidato a sindaco Matteo Buoncristiani

In vista delle elezioni il candidato a sindaco per il centro destra Matteo Buoncristiani commenta le critiche mosse dai Giovani Democratici alla gestione del territorio del Parco di Montioni.
"Il parco di Montioni è abbandonato a se stesso e il fatto che siano proprio i Giovani Democratici a denunciare la gestione inefficiente delle passate amministrazioni è indicativo del fallimento della continuità" a dirlo è il candidato sindaco per il Comune di Follonica, Matteo Buoncristiani, a seguito delle notizie apparse sulla stampa non più tardi di questa mattina.
"Un atto di accusa esplicito - aggiunge Buoncristiani - che arriva proprio dai giovani dello stesso partito di Mirjam Georgeri, segretaria del Pd follonichese e assessore che attualmente detiene la delega al parco. Una tirata d'orecchie che, necessariamente, deve estendersi anche al candidato sindaco, Andrea Pecorini, il quale deteneva la delega alla gestione del parco di Montioni durante il primo mandato da vicesindaco. A questo punto è inevitabile chiedersi quale sia stato il ruolo del Comune di Follonica nel coordinamento degli altri Comuni su cui insiste il parco e come sia stato possibile che di quell'area ci si possa essere semplicemente dimenticati".
"Vero che Follonica vive di turismo - dice ancora il candidato - ma è vero che il turismo non deve essere relegato ai tempi della stagione balneare, fra l'altro sempre più corta. Il parco di Montioni è un'area strategica proprio come risorsa da destinare alla destagionalizzazione, un'area che può essere attrattiva in ogni periodo dell'anno, a patto che si facciano degli interventi di riqualificazione mirata e di promozione efficace, volta proprio a valorizzarne la bellezza e la straordinaria unicità dal punto di vista ambientale".
Un'area dalle grandi potenzialità per cui Buoncristiani ha già in mente dei progetti ben precisi: "La prima cosa da fare - conclude - è individuare tutti i beni di pregio che il parco contiene e fare un piano di ristrutturazione, in prima istanza, per le terme della Baciocca, costruite nel XIX secolo su ordine di Elisa Bonaparte, sorella di Napoleone. Deve essere attivato, inoltre, un percorso di riapertura delle strutture a servizio dei ciclisti e dei percorsi pedonali e potenziata l'accessibilità. Il nostro obiettivo è che la prossima amministrazione si prenda cura del parco di Montioni, noi non ce ne dimenticheremo".