Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Manciano, non un semplice doposcuola: ecco l'iniziativa della Consulta per il sociale e i giovani

Al lavoro con i bambini Al lavoro con i bambini

Non un semplice doposcuola, ma qualcosa in più. La Consulta per il sociale e giovani del Comune di Manciano si è attivata, dal mese di febbraio a quello di maggio, con un progetto per aiuto allo studio e allo svolgimento dei compiti rivolto ai bambini e alle bambine delle scuole elementari. L'obiettivo è stato quello di offrire un servizio alle famiglie e attivare uno spazio che non rappresenti un semplice doposcuola ma un luogo dove poter sperimentare, conoscere sé stessi e attivare relazioni positive. "Il progetto - fanno sapere dal Comune - è stato realizzato in collaborazione con il plesso scolastico di Manciano, con gli insegnanti di riferimento, per garantire una continuità tra la scuola e le attività extra scolastiche".
Hanno dato la disponibilità a realizzare questo progetto alcune volontarie: Angela Innocenti e Sofia Scalabrelli inizialmente ma poi visto l'aumentare degli iscritti con ben 41 alunni, hanno dato il proprio contributo Bianca Pratesi e Silvia Fabiani e Valentina Mazzoli. Visto il numero dei ragazzi sono stati fatti due gruppi, il mercoledì pomeriggio. Il giorno 29 maggio 2024 è prevista la chiusura del progetto e sarà organizzata una merenda dove i ragazzi avranno l'opportunità di stare insieme. Questo è un progetto cresciuto nel tempo ed è stato possibile grazie all'appoggio in primis della scuola, delle insegnanti e delle famiglie che ringrazio per la fiducia che ci hanno accordato. Grazie a chi ha reso possibile tutto questo: Angela, Sofia, Bianca, Valentina e Silvia che senza la loro pazienza e dedizione non sarebbe stato possibile fare più di 100 ore di lezione. "La Consulta già si sta organizzando per il prossimo anno scolastico e saranno condivise con la dirigente scolastica Francesca Iovenitti", concludono dal Comune.