Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Grosseto, Antonella Biondi entra nella segreteria generale Cisl. I temi sul tavolo per il futuro

segreteria cisl La segreteria Cisl con Ciro Recce (Cisl Toscana)

Cisl guarda al futuro del territorio. Si è tenuta venerdì 1 dicembre, all'hotel Granduca di Grosseto, la riunione dell'organizzazione sindacale. Tanti i temi trattati per definire il lavoro dei prossimi mesi alla presenza del segretario generale di Cisl Toscana Ciro Recce.

Novità all'interno della segreteria Cisl di Grosseto: Antonella Biondi, segretaria generale di Fai Cisl, subentra a Fabio Carruale, responsabile degli edili, andando così ad affiancare la segretaria generale Katiuscia Biliotti e Alfonso Nocchi. È stato stabilito nel corso del consiglio generale dell'organizzazione sindacale, che si è tenuto oggi all'hotel Granduca di Grosseto alla presenza del segretario generale di Cisl Toscana Ciro Recce.

"Voglio innanzitutto ringraziare Fabio Carruale per l'ottimo lavoro svolto ? dichiara Katiuscia Biliotti, segretario generale Cisl Grosseto ? e fare, da parte mia e dell'intero sindacato, gli auguri di buon lavoro ad Antonella Biondi per gli impegni che dovremo affrontare già dai prossimi giorni".

L'incontro di questa mattina, oltre a sancire l'ingresso in segreteria di Biondi, è stato occasione per affrontare numerosi temi di interesse dell'organizzazione sindacale. Si è parlato, infatti, della situazione politica e sindacale nel territorio maremmano, approfondendo alcuni argomenti di grande importanza come, ad esempio, quello della sanità: "La Toscana ? dice Biliotti ? continua ad essere in una situazione migliore rispetto ad altre regioni italiane, ma la sanità rimane una problematica seria e da affrontare con costanza, senza mezzi termini, nell'interesse dei lavoratori e dei cittadini".
Altra questione trattata nell'assise di oggi è quella del cambiamento climatico e dei disastri che continua a provare in tutta Italia, non ultimo quello che ha colpito la Toscana: "Servono ? dice Biliotti ? azioni concrete per prevenire situazioni di rischio, come quelle alle quali abbiamo assistito".

Tra gli argomenti discussi anche il calo demografico, che ha portato una diminuzione della popolazione in provincia di Grosseto, e dell'occupazione nel 2022 con un saldo netto di oltre 2mila occupati in più nel 2021. "Accanto all'inverno demografico ? continua Biliotti ? dobbiamo affrontare anche il tema del reddito povero che non è legato solo al salario minimo ma anche il tipo di contratto che viene stipulato e che non è adeguato, soprattutto nei contratti part time, che sono molto diffusi. La nostra è una provincia piuttosto povera, dove i redditi da lavoro sono più bassi di quelli da pensione ed è un trend che guardando al futuro renderà le condizioni economiche dei lavoratori di oggi ancora più precarie. A questo si aggiunge la consapevolezza della differenza di reddito di genere tra generazioni, dove purtroppo le donne sono sempre più penalizzate, anche nel mercato del lavoro".

E' stato fatto anche il punto sull'attività portata avanti dal sindacato nei primi mesi dell'anno, concentrandosi soprattutto sulle iniziative organizzate in tema di violenza di genere e sulla sostenibilità del lavoro, che ha coinvolto gli studenti delle scuole superiori del territorio: due incontri che hanno visto la presenza delle autorità e una massiccia partecipazione dei cittadini.

"A dimostrazione ? commenta Biliotti ? che la società desidera essere coinvolta in momenti di approfondimento e confronto, utili per il futuro di questa comunità. L'evento sulla sostenibilità del lavoro, in particolare, ci fa ben guardare al futuro, perché la partecipazione dei giovani alla vita sociale, politica e sindacale del Paese, rappresenta l'unico modo per coinvolgerli ed ascoltare le loro istanze".
Il desiderio di coinvolgimento e partecipazione è evidente anche dal riscontro che la raccolta firme per la proposta di legge Partecipazione al lavoro, promossa a livello nazionale dalla Cisl, ha avuto: sono 375mila le adesioni ottenute a livello nazionale.

Durante il consiglio generale non sono stati trascurati neppure altri temi di interesse per la provincia di Grosseto come il completamento della Tirrenica, il futuro del Polo chimico del Casone, il calo del turismo registrato negli ultimi mesi, la necessità di fare rete in modo costruttivo.

"La situazione attuale e le prospettive per il futuro - conclude Biliotti - evidenziano come sia fondamentale lavorare insieme, pur nel rispetto delle proprie diversità. La nostra organizzazione sindacale è pronta ad avviare un confronto e un piano di lavoro, nell'interesse di tutta la comunità".