Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Ciclovia Tirrenica, la Provincia pubblica il bando del maxi appalto per i 65 chilometri del lotto 2B

Ciclovia tirrenica Ciclovia tirrenica

Un grande passo per il completamento della Ciclovia tirrenica. La Provincia di Grosseto ha pubblicato la gara per affidare un maxi-appalto da 17 milioni e 600mila euro, relativo alla progettazione esecutiva e realizzazione del lotto 2B della Ciclovia Tirrenica, che interessa 65 chilometri del tratto Costa della Maremma.
L'opera è finanziata dall'amministrazione provinciale con le risorse del PNRR, ottenute tramite la nomina a soggetto attuatore di secondo livello da parte della Regione Toscana. L'aggiudicazione dovrà avvenire entro il 31 dicembre 2023 mentre la realizzazione dell'opera e il collaudo sono previste entro il termine del 31 giugno 2026, come indicato dal PNRR.
La Ciclovia Tirrenica è un percorso ciclabile unico, tra i più lunghi e suggestivi d'Italia, che corre parallelo al mare per circa 930 chilometri, collegando Ventimiglia a Roma, attraverso il passaggio in 3 regioni (Liguria, Toscana e Lazio), 11 province e un centinaio di comuni. Un concetto nuovo, quello di dorsale cicloturistica, da intendersi quale infrastruttura leggera, sicura, continua e interconnessa, che riapre alla fruizione pubblica il paesaggio italiano e il piacere di visitarlo, percorrerlo, scoprirlo al ritmo della bicicletta.
"Con questa gara d'appalto la Provincia andrà a realizzare il tratto più lungo della Ciclovia Tirrenica che attraversa il nostro territorio provinciale ? afferma Francesco Limatola, presidente della Provincia di Grosseto ? a cui si aggiungono i tratti di competenza dei Comuni, che completeranno l'intervento. Si tratta di un'opera di altissimo valore e di importanza strategica per lo sviluppo della mobilità sostenibile locale e interregionale. Questo percorso darà un forte impulso al turismo sostenibile proiettandoci in una dimensione europea, grazie anche all'intermodalità con gli altri sistemi di trasporto, ferroviario, fluviale e marittimo e all'interconnessione con gli altri itinerari cicloturistici. La Ciclovia Tirrenica sarà fondamentale per rilanciare l'immagine della provincia di Grosseto, valorizzando il patrimonio naturalistico, agricolo, enogastronomico, storico e artistico e favorendo la crescita della ricettività turistica ecosostenibile".
Rientra nella gara indetta dalla Provincia di Grosseto la realizzazione del tratto compreso tra Follonica e il Puntone e dal Puntone a Pian d'Alma; poi il tratto che va dal ponte sull'Ombrone di Marina di Alberese fino ad Albinia e l'ultimo pezzo, dalla Diga Foranea di Orbetello fino al confine con il Lazio, all'altezza dell'Ultima Spiaggia, nel comune di Capalbio. Completano il percorso i tratti che saranno realizzati dai Comuni di Scarlino, Castiglione della Pescaia, Grosseto e Orbetello.
"Un ringraziamento enorme va alla Regione Toscana ? conclude il presidente Francesco Limatola ? che ha finanziato con il PNRR la ciclovia, individuando la Provincia di Grosseto come soggetto attuatore di secondo livello e ai nostri uffici che hanno lavorato insieme a quelli regionali per la predisposizione di una gara così complessa. È grazie alla forte sinergia tra Provincia e Regione che è stato possibile pubblicare il bando per affidare i lavori nei tempi stringenti imposti dal PNRR".
Tutta la documentazione di gara e gli elaborati progettuali sono disponibili sulla piattaforma Start e sul sito della provincia di Grosseto: https://www.provincia.grosseto.it/aree-tematiche/modulistica/progetto-ciclovia-tirrenica/progetto-definitivo/