Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Campagnatico, non ci sarà nessun deposito di scorie nucleari in Toscana: Maremma fuori dalla lista

scorie nucleari

Campagnatico e la Toscana possono tirare un sospiro di sollievo. Il Ministero dell'Ambiente e della Sicurezza energetica ha reso pubblica la Carta nazionale delle aree idonee, ovvero la lista definitiva delle zone adatte ad ospitare il Deposito nazionale dei rifiuti che andrebbe a sostituire gli attuali venti depositi di scorie radioattive sparsi in tutta Italia. La lista delle 67 aree proposte nel 2021 si è ora ridotta a 51.

Una buona notizia per Campagnatico che, insieme alla Val D'Orcia, nel 2021 era stata catalogata come "buona" e "molto buona" in una rosa di possibili candidati, ma che ora è scomparsa dalla lista. Molte furono le opposizioni a suo tempo, formalizzate poi dalla Regione Toscana che aveva espresso la propria contrarietà al Governo.

In Toscana quindi non ci sarà nessun deposito di scorie radioattive. C'è un però. Nella lista delle aree in pole position per la realizzazione del del deposito, c'è il triangolo compreso tra Montalto di Castro, Tarquinia e Tuscania. Insomma, zone molto vicine alla nostra Maremma. Basti pensare che Capalbio dista da Montalto solo 24 km e Pitigliano 26 km da Ischia di Castro, altro sito papabile per il deposito.

Ma la decisione è ancora ben lontana dall'essere presa. Nonostante l'importante ricaduta che il progetto avrebbe sull'economia locale, nessuno dei comuni interessati dalla lista è felice di avere un deposito di scorie radioattive in casa. A pensarla diversamente al momento c'è solo un sindaco in tutta Italia, Daniele Pane di Trino Vercellese in provincia di Vercelli che, come riporta Il Post, è stato l'unico Comune ad autocandidarsi per accogliere il deposito.

Ilenia Lauritano è laureata in "Media, comunicazione digitale e giornalismo" alla Sapienza di Roma. Nata in Friuli, cresciuta tra Campania e Lazio, trova finalmente nella Maremma e in Grosseto il suo...