Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Asl Toscana sud est, cosa cambia in vista degli interventi Pnrr che riformeranno la sanità locale

Conferenza presentazione interventi asl pnrr

Rivoluzione Pnrr in casa Asl Toscana sud est: nei prossimi mesi ci saranno importanti novità in tutta la provincia di Grosseto, con una imponente riorganizzazione dei servizi sanitari in tutta la zona grossetana e Amiata, quella delle Colline metallifere e quella delle colline dell'Albegna che consentirà l'esecuzione dei lavori legati ai fondi Pnrr, alla luce del DM 77/2000 che ridefinisce la sanità del territorio, sviluppandone modelli e strutture assistenziali.

Gli interventi sono tanti e complessi, con un investimento totale di oltre 10 milioni di euro e riguarderanno principalmente la costruzione di Case e ospedali di comunità, oltre che delle Centrali operative territoriali. Lo scopo è quello di disegnare una nuova mappa della sanità, mettendo sempre più in comunicazione i servizi sanitari con quelli legati all'assistenza, accorpandoli e avvicinandoli laddove possibile. In poche parole, una sanità più capillare, più efficiente e più vicina al cittadino.

"L'Azienda si sta muovendo, gli spostamenti, alcuni momentanei, altri definitivi, sono funzionali alla fase successiva di effettiva realizzazione dei progetti sul territorio - conferma il direttore generale della Asl Toscana sud est, Antonio D'Urso - I fondi per la sanità messi a disposizione dal PNRR rappresentano indubbiamente una grande opportunità di investimento, potenziamento e innovazione tecnologica per le Aziende sanitarie. Ci è stata data un'occasione per aprire nuove prospettive per la sanità territoriale e per il sistema sanitario in generale. La Sud est ha colto l'opportunità mettendo in ponte in tempi rapidi ed entro i limiti temporali previsti dal piano, tutti gli interventi, partendo dai trasferimenti dei servizi, finalizzati a realizzare un balzo in avanti nella concezione dell'assistenza che vede il paziente al centro dei servizi".

Per consentire l'inizio dei lavori ci saranno ovviamente dei cambiamenti:
"La salute è un bene prezioso e fondamentale per la nostra comunità ? afferma la direttrice amministrativa della Sud est, Antonella Valeri - In questo spirito, la Asl Toscana Sud Est si impegna a garantire un accesso equo e di qualità ai servizi sanitari per tutti i cittadini del territorio. Questi progetti di ampio respiro includono gli spostamenti iniziali, la costruzione di nuove strutture sanitarie e la ristrutturazione di quelle esistenti, l'implementazione di soluzioni digitali e l'ammodernamento della dotazione tecnologica, come avvenuto di recente per la Radiologia di Orbetello e Pitigliano. Lavoreremo con dedizione per recare il minore disagio possibile ai cittadini in questa fase transitoria e per garantire la massima trasparenza nell'uso dei fondi PNRR e fornendo comunicazioni in itinere sulla progressione dei progetti. Siamo fiduciosi che, grazie a questo impegno condiviso, possiamo costruire un sistema sanitario territoriale più forte, resiliente e al servizio di tutti".

Ecco quindi la nuova mappa della sanità, i trasferimenti e cosa cambierà per ogni zona.

Zona Distretto Amiata grossetana - Colline Metallifere - Grossetana


Grosseto
Distretto socio-sanitario di via Don Minzoni: Si trasferiranno nei locali appena ristrutturati di via Roma, a due passi dalla struttura di origine, gli ambulatori specialistici, il Cup, il punto prelievi e l'anagrafe sanitaria. Si tratta di una struttura di destinazione non definiva, per permettere la realizzazione della Casa della comunità dal valore di 1.7 milioni da fondi Pnrr. Altri ambulatori specialistici saranno trasferiti in via Cimabue, integrandoli con altri servizi al pubblico già presenti. La cabina silente per i controlli audiometrici verrà invece spostata all'ospedale.

Villa Pizzetti: il centro disturbi depressivi si sposterà in un'altra ala per fare spazio ai lavori che porteranno alla costituzione della Centrale operativa territoriale (valore 173mila euro). Un cambiamento più radicale coinvolgerà invece gli uffici (dipartimento tecnico, gestione del personale, ufficio ragioneria e protocollo) che si trasferiranno in via Belgio, nell'immobile con più spazi funzionali ai servizi, per cui è stato già stipulato il contratto di locazione e che sarà possibilmente acquistato nel 2024 dal Distretto.

Tra gli altri trasferimenti interni, quello del Dipartimento di igiene e prevenzione che si sposterà al secondo piano. Al primo piano si svolgeranno i lavori di razionalizzazione e ristrutturazione degli spazi per accogliere la Casa della comunità (valore 1.5 milioni di euro). In un'ottica di accorpamento dei servizi, l'Ospedale di comunità si sposterà dal Misericordia proprio a Villa Pizzetti, nei pressi della Casa, dove saranno presenti medici di Medicina Generale e tutti i servizi di presa in carico territoriale (investimento: 2.7 milioni di euro).


Castel del Piano

In arrivo numerosi cambiamenti interni per l'ospedale, anche se tutti interni quindi con pochi disagi per gli utenti, per consentire i lavori di costruzione della Casa di Comunità (1.4 milioni di euro circa): l'ambulatorio Oculistica si sposterà nell'ex ambulatorio MMG, Medicina generale andrà nell'ex stanza otorino, mentre Dermatologia e Reumatologia saranno accorpati nella stanza di dermatologia. Ancora da trovare le sistemazioni per l'ambulatorio otorino e quello di Pediatria libera scelta.


Massa Marittima

Nella struttura Ex Inam si sposteranno internamente, dal piano terra al primo piano, gli ambulatori della Veterinaria e i tecnici del PISLL. Arrivano anche due novità, sempre grazie al Pnrr: ci saranno 8 nuovi ambulatori medici di medicina generale e un nuovo ambulatorio infermieristico disagi minimi da piano terra a primo piano.


Follonica

Novità per il distretto di viale Europa: resta il Centro trasfusionale, mentre i 10 assistenti sociali del Coeso andranno nei locali della Croce Rossa in via della Pace. Gli altri cambiamenti saranno perlopiù interni e consentiranno la realizzazione della Casa della Comunità per un valore di 1.5 milioni di euro.


Zona distretto Colline dell'Albegna


Orbetello
Trasferimenti interni all'ospedale San Giovanni di Dio. Lo sportello CUP si sposterà al punto front-office per permettere lo svolgimento dei lavori per la realizzazione del COT ? Centrale operativa territoriale (173mila euro). I trasferimenti avverranno da ottobre.
Novità anche per il Distretto sanitario. Dall'Ex Inam gli ambulatori specialistici, SerD e gli assistenti sociali si trasferiranno all'ex Asilo, mentre i servizi di prevenzione, Cure primarie e Protesica si trasferiranno all'ex Pacchioni. Gli spostamenti sono propedeutici agli interventi di ristrutturazione ed adeguamento per la realizzazione della Casa della Comunità (2.5 milioni).

Porto Santo Stefano
Verrà realizzata la Casa della Comunità per un valore di 1.6 milioni in un fabbricato ottenuto dall'Asl in permuta dal Comune di Monte Argentario.

Pitigliano
All'interno del presidio ospedaliero del Petruccioli, verrà realizzata ex novo la Casa della Comunità da 1.7 milioni di euro. Al primo piano dell'ospedale sorgerà l'Ospedale di Comunità (2.4 milioni di euro)

Un ruolo fondamentale lo giocheranno le tempistiche: "L'Asl Toscana sud est è tra le Aziende sanitarie che ha rispettato scrupolosamente la scadenza del 30 settembre, definita dal Governo come termine ultimo per firmare i contratti di competenza PNRR e PNC ? spiega Riccardo Antonelli, direttore dipartimento Tecnico della Sud Est - Tra la fine di quest'anno e l'inizio del 2024 tutti i cantieri saranno aperti".
Anche la Società della salute è impegnata nella gestione dei trasferimenti legati agli interventi connessi al Pnrr e legati alla sanità territoriale:
"Nell'organizzazione di questi interventi ? dichiara Tania Barbi, direttrice del Coeso SdS e della zona Amiata Grossetana, Colline Metallifere e Grossetana ? abbiamo messo al centro il cittadino, per cercare di arrecare alla popolazione il minor disagio possibile. Su Grosseto, Castel del Piano e Massa Marittima, i cambiamenti riguardano i servizi sanitari, come illustrato dall'Azienda sanitaria durante la conferenza stampa, mentre su Follonica lo spostamento interesserà anche il servizio sociale professionale, che attualmente si trova nella sede del distretto di viale Europa. Stiamo formalizzando un accordo con la Croce rossa di Follonica per poter trasferire i nostri dieci assistenti sociali nella loro sede in via della Pace, in modo da mantenere il servizio nella stessa area e facilitare così i cittadini che ne usufruiscono".

Ilenia Lauritano è laureata in "Media, comunicazione digitale e giornalismo" alla Sapienza di Roma. Nata in Friuli, cresciuta tra Campania e Lazio, trova finalmente nella Maremma e in Grosseto il suo...