Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Grosseto, al museo un viaggio tra le opere d'arte con il libro del giornalista Daniele Giustolisi

Il museo Le Clarisse Il museo Le Clarisse

Non sarà una semplice presentazione, ma un vero e proprio dibattito tra esperti d'arte. Sabato 11 novembre alle ore 18 al Polo culturale Le Clarisse di Grosseto è in programma l'evento sul libro del giornalista e poeta Giustolisi edito da Industria & Letteratura (ingresso gratuito). In "Alla finestra. Sguardi, soglie e fratture tra pitture e cinema" Daniele Giustolisi porta il lettore in una strana galleria di opere in cui la finestra, attraverso il corpo e lo sguardo, schiude la via alla nostra soggettività più intima.
L'evento è organizzato da Edilcommercio, in collaborazione con Fossati Serramenti, associazione Arte Fran e con il patrocinio di Fondazione Grosseto Cultura. Dialogheranno con l'autore del volume, Giovanni Tombari, presidente di Fondazione Grosseto Cultura ed Erika Di Felice, architetto e poetessa, mentre il moderatore di questa suggestiva conversazione sarà Alessandro Vergni. Al termine sarà offerto un brindisi ai partecipanti che accompagnerà l'ascolto di alcune tra le più significative poesie dedicate a finestre e davanzali di ogni tempo.
"Una finestra - dicono gli organizzatori - è un'apertura nel muro di un edificio. Lascia entrare il mondo all'interno e consente al nostro sguardo e alla nostra immaginazione di proiettarsi all'esterno. Un elemento architettonico che permette, dunque, un gioco di andata e ritorno di immagini e pensieri. Abbiamo finestre davanti ai nostri occhi tutti i giorni, addirittura l'informatica cattura questa parola nel suo vocabolario - apriamo e chiudiamo compulsivamente finestre, seppur virtuali, anche nei nostri dispositivi - giungendo ad assumerne le forme stilizzate in uno dei luoghi più iconici e identificativi del settore. Così come non si contano le volte in cui la finestra sia stata posta a soggetto di una qualche fantasia o intuizione creativa, ispirando anche solo parzialmente opere pittoriche, cinematografiche o riflessioni sulla condizione umana: da Beato Angelico a Piero della Francesca, da Caravaggio a Magritte, da Hitchcock a Spielberg; e ancora, dalla filosofia di Aristotele agli studi psicoanalitici di Lacan".

Daniele Giustolisi, Catania 1989. Dopo la laurea in Lettere e filosofia, si trasferisce a Bologna specializzandosi in Arti visive. Giornalista e musicista, si occupa di studi e ricerche sui nuovi paradigmi della comunicazione culturale. Ha pubblicato articoli e saggi di letteratura siciliana contemporanea e uno studio monografico "L'officina del vivere ? Attraverso il diario di Angelo Fiore" (Palermo, Centro Studi Angelo Fiore, 2018). "Se poi dal buio uscisse il sole" e? stata la sua prima raccolta poetica (Roma, Il filo, 2010).