Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Grosseto, Gabbrielli (Forza Italia): "Con la festa degli alberi pensiamo all'ambiente"

Amedeo Gabrielli Il consigliere comunale Amedeo Gabrielli

La festa degli alberi ha l'obiettivo di promuovere la valorizzazione del patrimonio arboreo , la salvaguardia dell'ambiente e la riduzione dell'inquinamento. Collegata alla " Giornata Nazionale dell'Albero" ha preso avvio, nel 2015, l'iniziativa di Forestazione Urbana celebrata il 21 novembre di ogni anno e denominata " Alberi per il futuro" che prevede la messa a dimora di alberi nelle città. Dal 2015 ad oggi sono stato piantati 40.000 alberi in oltre 200 città italiane. Sebbene sia di recente istituzione la Festa degli Alberi rappresenta una delle eredità del passato in quanto già gli antichi romani e greci, i popoli orientali e i celti attribuivano agli alberi e ai boschi una importanza primaria , quasi divina, nella vita degli uomini. Questa giornata celebrativa vuole essere un valido strumento di sensibilizzazione per tutti riguardo l'importanza degli alberi e il modo per promuovere la coscienza ecologica. E' necessario educare le attuali e le nuove generazioni a prendersi sempre maggiore cura del territorio come ci ammoniscono le recenti tragedie idrogeologiche che hanno colpito anche la nostra Regione . Se è vero che il patrimonio boschivo extraurbano nel nostro Paese è in continuo aumento, è pur vero che almeno 500 ettari di superficie urbana vengono sottratti annualmente al verde per essere cementificati e questo non è certo un aspetto da sottovalutare.
Il patrimonio forestale è una straordinaria ricchezza da scoprire e valorizzare , sensibilizzando tutti i cittadini riguardo l'esigenza di proteggerlo da ogni minaccia. La ricorrenza del 21 novembre offre a tutti i cittadini l'occasione di avvicinarsi alla bellezza e alla importanza dell'ambiente e di diventare custodi e responsabili di una risorsa vitale per il presente e per il futuro. La ricorrenza del 21 novembre è anche un evento dal forte valore educativo che unisce il rispetto per l'ambiente e le nuove generazioni. Ogni albero messo a dimora rappresenta la consapevolezza della propria storia e l'invito alla responsabilità per il futuro, una lezione di educazione ambientale per le generazioni presenti e che verranno. Anche L'Amministrazione Comunale di Grosseto ha celebrato quest'anno l'iniziativa della forestazione urbana ponendo a dimora il 21 novembre una pianta antica dalle tante leggende quale il Leccio. La cerimonia si è svolta nel Parco di via Giotto alla presenza del Sindaco di Grosseto, dell'assessore all'ambiente Erika Vanelli che hanno raccolto l'invito dei consiglieri comunali Amedeo Gabbrielli, Rita Bernardini e Valerio Pizzuti e che hanno messo a disposizione gli Uffici del Comune per organizzare l'evento. I tre consiglieri comunali hanno voluto, inoltre, cogliere questa occasione per proporre che dal prossimo anno per celebrare la giornata della Forestazione Urbana l'Amministrazione Comunale metterà a dimora un numero di piante pari al numero delle nascite registrate nel Comune di Grosseto.