Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Monte Argentario, sono attive le case dell'acqua ristrutturate a Porto Santo Stefano e Porto Ercole

le case dell'acqua La nuova struttura della casa dell'acqua

Monte Argentario: tornano ad essere attive le case dell'acqua e fino a dicembre l'erogazione dell'acqua sarà gratuita. Le tre strutture, presenti a Porto Ercole in piazza Amerigo Vespucci e a Porto Santo Stefano in piazzale Sant'Andrea ed in località Pozzarello, sono state recentemente ristrutturate ed affidate in gestione alla Società Sbrocca di Grosseto.
La riapertura al pubblico del servizio si è tenuta il 13 novembre a Porto Ercole. Alla casetta dell'acqua di piazza Vespucci erano presenti il sindaco Arturo Cerulli e la sua giunta insieme ai bambini della classe IV della scuola elementare della frazione.

Le case dell'acqua dell'Argentario si presentano come dei chioschetti di piccole dimensioni dotate al loro interno di macchinari in grado di erogare acqua proveniente dall'acquedotto pubblico filtrata e periodicamente soggetta a controlli che ne garantiscono l'idoneità alla normativa in materia di qualità delle acque destinate al consumo umano.
Gli impianti che entrano in servizio oggi saranno dotati di tre rubinetti, anziché due come era in precedenza, si potrà scegliere tra acqua naturale a temperatura ambiente, acqua naturale refrigerata e acqua frizzante refrigerata. Sarà cura dei cittadini portare delle bottiglie vuote da riempire.
Fino al 17 dicembre la distribuzione dell'acqua sarà gratuita, dopo saranno applicate queste tariffe: acqua naturale temperatura ambiente o refrigerata; 7 centesimi a litro se il pagamento avviene tramite moneta, 5 centesimi al litro se il pagamento avviene con tessera; l'acqua frizzante refrigerata costerà 10 centesimi al litro con pagamento in moneta e 7 tramite tessera.
Resta gratuita, per l'intera durata della concessione (9 anni), l'erogazione dell'acqua presso i quattro fontanelli ubicati nei plessi scolastici.
Per facilitare il rifornimento saranno messe in vendita delle tessere ricaricabili al costo di 10 euro, comprensive di 6 euro di credito, presso degli esercizi commerciali il cui elenco sarà reso noto a breve. Chi possiede le vecchie chiavette potrà restituirle all'Ufficio Relazioni con il pubblico presso il Palazzo comunale o presso la Delegazione di Porto Ercole e riceverà gratuitamente una tessera (senza credito).
"Siamo intervenuti sulle casette dell'acqua che installammo per la prima volta nel 2013 perché queste avevano bisogno di essere ristrutturate e rinnovate per rendere un servizio più efficiente - ha detto il sindaco Cerulli durante la presentazione e rivolgendosi agli alunni della scuola ha aggiunto - questo servizio ha un grande significato da un punto di vista ambientale e per la raccolta differenziata perchè consente una riduzione nell'utilizzo di plastica con conseguenti benefici anche per la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti, per questo utilizzate le borracce che potrete riempire ai fontanelli della scuola".