Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Civitella Paganico, anziano disperso: era caduto nel bosco mentre cercava i funghi

Le ricerche dei carabinieri Le ricerche dei carabinieri

Una storia a lieto fine: un anziano disperso riportato a casa sano e salvo dopo la caduta nel bosco. La Stazione dei carabinieri di Civitella Marittima (Civitella Paganico) è stata allertata dalla Centrale operativa di Grosseto per un uomo che non era tornato a casa. Il figlio dell'anziano, apparentemente scomparso, aveva segnalato con apprensione che il padre era uscito di buon ora quella mattina, ma a differenza di tante altre volte, non era rientrato a casa all'orario solito. I Carabinieri si sono subito attivati, cercando di assumere quante più informazioni possibili dal figlio che aveva richiesto aiuto, oltre che da persone vicine e familiari. Da questo confronto era emerso che l'anziano, probabilmente, era uscito per una passeggiata nei boschi, ed essendo appassionato ricercatore di funghi, si sarebbe potuto intrattenere nella macchia proprio alla ricerca di funghi.

Le ricerche sono state attivate nell'immediatezza, da parte dei Carabinieri della Stazione col supporto di colleghi delle Stazioni limitrofe. Durante le attività, la fortuna ha voluto che il telefono cellulare dell'uomo iniziasse a squillare alla chiamata: l'anziano ha subito risposto, dando informazioni fondamentali. Innanzitutto spiegava di stare bene, ma di essere scivolato sul terreno umido e di essersi leggermente infortunato, motivo per cui era rimasto bloccato nella macchia. I Carabinieri a questo punto hanno chiesto di non chiudere la conversazione, invitandolo a dare dettagli sul luogo dove si era addentrato, in modo che fosse più agevole il suo rintraccio. Questo contatto costante al telefono ha pagato, perché grazie alle indicazioni date dall'uomo, i Carabinieri sono riusciti in breve ad individuarlo e condurlo fuori dal bosco.

La persona, dolorante ma in buone condizioni, alla fine è stato riaffidato ai familiari.

Un epilogo quindi positivo, per un storia che sul territorio maremmano si ripete con una certa frequenza, ed è quindi motivo per ricordare alcune semplici ma importanti regole da seguire, laddove ci si addentri in una zona boschiva per passeggiare o cercare funghi: "Innanzitutto - dicono i militari - avvisare sempre familiari o persone di fiducia sui propri spostamenti, su dove si andrà, sugli orari almeno di massima che ci si prefigge di rispettare per l'uscita ma soprattutto per il rientro a casa. Portare sempre al seguito il telefono cellulare, che come in questo caso si è rivelato di fondamentale importanza, vestirsi sempre in modo adeguato ed adattabile alle circostanze di tempo, prevedendo eventualmente un cambio di indumenti nel caso la permanenza fuori casa si dovesse rivelare più lunga del previsto. Avere al seguito dell'acqua, del cibo e una torcia è infine particolarmente indicato, anche se non se ne mette in preventivo l'utilizzo.